/* -->

sabato 9 gennaio 2016

Review: Le ali della vita


Ciao a tutti,
qualche settimana fa, e quindi lo scorso anno, ho letto un libro che ho trovato davvero coinvolgenteLe ali della vita. La storia parla dei rapporti tra genitori e figli, un tema per me molto delicato in quanto figlia. Questo rapporto credo sia alla base delle persone, le loro fondamenta per così dire. Sappiamo tutti che per costruire una casa stabile bisogna partire dalla corretta costruzione dei suoi basamenti; così è anche per la Persona che ha bisogno di punti di riferimento forti, stabili, sani. Non sono una psicologa e non ho letto nulla a riguardo, ma ho sofferto la mancanza di genitori affidabili quando ero adolescente e, da quel momento, ho intrapreso
una continua lotta interiore tra l’accettare i loro difetti, scaricare i miei fallimenti su di loro, criticarli, riconoscermi in un gesto o in un loro particolare modo di fare, ecc. Proprio per questa esperienza di vita, che mi ha segnata profondamente e continua tuttora a farlo, questo libro mi ha fatto provare emozioni contrastanti: ero dalla parte dei figli, ma ho compreso anche il modo di comportarsi di genitori e adulti.
Viverlo sulla propria pelle è limitante perché ti preclude, nella maggior parte dei casi, di oggettivare gli eventi. Leggere esperienze simili nei libri, invece, fa quasi bene perché si viene a conoscenza di un inizio, di uno sviluppo e di una fine, che prima o tardi arriva in tutte le vicissitudini della vita.

Dettagli
Titolo: Le ali della vita
Autore: Vanessa Diffenbaugh
Editore: Garzanti (maggio 2015)
Pagine: 336
Classificazione: Romanzo


Abstract
Letty è madre di Alex e Luna, ma ha messo da parte il suo ruolo perché da sempre non si è sentita in grado di badare ai suoi figli. I nonni hanno quindi preso letteralmente il suo posto, lasciandola libera di continuare a vivere la sua vita da irresponsabile. Ora, però, i due anziani coniugi sono ritornati in Messico e hanno lasciato Letty a cavarsela da sola dopo 15 anni di inettitudine. Alex è un adolescente e Luna una bambina con un bisogno incessante di attenzioni. Anche Letty ha dei bisogni a cui ha dato sempre la priorità, ma ora deve prendere in mano la situazione perché i suoi figli dipendono da lei come mai è successo prima d’ora. Il terrore iniziale di sbagliare, via via, si trasformerà in qualcosa di più materno; ciò non favorirà soltanto il rapporto tra madre e figli ma aiuterà, in particolare, Letty e Alex a chiudere i conti con il proprio passato e ad andare avanti, sulle ali della vita.

Recensione
Ho trovato la trama originale e genuina. Le vicende di una madre poco affidabile in lotta con le proprie responsabilità e le proprie paure, di un figlio adolescente alle prese con l’amore e con nuove prospettive di vita, di una bambina bisognosa di attenzioni, di un uomo innamorato e di un altro disorientato, sono situazioni realistiche e credibili. Non ho ancora letto Il linguaggio segreto dei fiori (lo so, scandaloso) ma a breve lo farò sicuramente perché la Diffenbaugh ha proprio talento. Lo si nota bene in questo libro nel quale parla di svariati argomenti collegandoli tra loro da un unico filo conduttore in grado di dar voce a ciascun tema in maniera abbastanza approfondita. La maternità e l’amore sono i temi principali della storia ma abbastanza spazio viene dato all’immigrazione, alle ristrettezze economiche, al bullismo e alla paternità ritrovata.

Il personaggio di Letty è in un primo momento abbastanza destabilizzante: una donna che ha lasciato che i suoi figli venissero cresciuti e si affezionassero ad un’altra donna sotto i suoi occhi, senza che lei muovesse un dito, ma anzi incoraggiandoli a farlo. Il suo non voler crescere e il non prendersi delle responsabilità da donna me l’hanno fatta un po’ disprezzare all’inizio. Ma quando viene lasciata sola a badare ai figli si capisce immediatamente che le sue capacità materne sono solo assopite a causa della continua e incessante ingerenza della madre-nonna. La sua immaturità è più paura di sbagliare che non volersi prendere delle responsabilità: atteggiamento che comprendo molto bene perché è lo stesso che adotto io in alcune occasioni della vita mettendomi da parte prima ancora di provare a fare delle cose. Le vicende amorose di Letty sono state piacevoli e un po’ tristi da leggere e quando era il momento della scelta io ho ovviamente fatto il tifo per Rick.

Alex è sicuramente il personaggio prediletto di molti lettori ed anche il mio. Un giovane adolescente che vediamo crescere e formarsi tra le pagine del libro. Il suo è un percorso di formazione nel quale da ingenuo ragazzino legato alle rigide regole della nonna si trasforma nel tipico giovane ribelle innamorato. La sua incoscienza però è dettata da un amore puro e sincero, un po’ lontano dalla mia visione di amore adolescenziale, più volubile ed egoista.




Forse avete notato che in commercio sono presenti ben 4 cover. L’unica cosa che cambia è il ciondolo tenuto in mano dalla ragazza della copertina: cuorefarfalla, gabbia e lucchetto. I loro significati, amorelibertàfedeltà e coraggio di cambiare, se ci pensate sono tutti correlati ai personaggi del libro. Secondo un mio personale impressione l’amore si riferisce ad Alex, la cui dolce storia d’amore adolescenziale è piena di dolcezza e affetto; il coraggio di cambiare è senza dubbio prerogativa di Letty, una giovane donna che di punto in bianco si ritrova a dover fare la mamma e ci mette tutto il suo impegno per migliorare le cose; la libertà mi fa pensare a Wes, ignaro di essere padre di un 15enne quindi svincolato dagli obblighi genitoriali e libero di perseguire i suoi sogni; la fedeltà è rappresentata forse da Rick o da Yesenia.

In conclusione, è stata una lettura semplice ma comunque impegnativa. Fin dal principio si viene catturati dalla storia e dalle persone che la muovono. Avrei voluto saperne di più, vedere Alex crescere e conoscere il destino della sua storia d’amore, lo stesso anche per Letty, ma il libro sarebbe dovuto essere di migliaia di pagine!! Ecco il bello dei libri: decidono cosa narrare e cosa tenere nascosto, e noi pendiamo letteralmente dalle loro pagine!!!








Nessun commento:

Posta un commento

Hai pensieri che ti ronzano in testa? Questo è il posto giusto per scriverli!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...