/* -->

domenica 3 aprile 2016

Fancy Shopping...SE SOLO POTESSI > Aprile 2016


Buona domenica cari lettori,
oggi ho deciso di andare alla ricerca delle prossime uscite di aprile per scandagliare le possibili nuove letture. Ovviamente sapete che qui, nel mio bloggherinoinoino, i casi in cui vi recensisco nuovi libri sono quasi un evento raro! Sapeste quante volte mi sono detta: se solo potessi comprarmi questo o quel libro! Ma non disperate per me perchè fra poco più di 2 mesi qui a Torino ci sarà il mitico Salone del Libro e io sto aspettando con trepidazione questo evento per andare in bancarotta!!! Quindi per adesso posso solo guardare e fare ipotesi su quanti e quali novità libresche comprerei se potessi!!! Ma guarda...ha tutta l'aria di essere un gioco!
E allora inauguro una nuova rubrica de GliAlberiDaLibri... 
Fancy shopping...Se solo potessi!!! Sembra il titolo di un videogioco, vero?!




Il risveglio della signorina Prim di Natalia Sanmartin Fenollera, in libreria dall'8 aprile.


Prudencia Prim si sente una donna d'altri tempi ma non si considera affatto una sottomessa al mondo, anzi, vorrebbe scappare dalla vita dell'ufficio, da quelle lunghe e scialbe giornate tutte uguali, condite con sorrisi sarcastici e occhiate malevole. Così, quando legge sul giornale l'annuncio di un posto di lavoro come bibliotecaria a casa di un gentiluomo, pensa che sia finalmente arrivata l'occasione di cambiar vita. Si presenta quindi a casa "dell'uomo dello scranno", una sorta di orgoglioso e affascinante Mr. Darcy, un signore austero che con metodi assolutamente non convenzionali insegna ai bambini del paese, che si dimostrano eccezionalmente colti e appassionati...

Una sorta di rivisitazione di Orgoglio e Pregiudizio in chiave spagnola e più contemporanea. Mi convince perchè amo le storie d'amore che ruotano intorno a qualcosa che sembra confuso, segreto, misterioso. E poi riprende la cara Jane Austen. Che voglio di più!

Outcast di Alina Bronski, in uscita il 24 aprile..

Juliana ha 15 anni e vive in una società rigidamente strutturata dove i Normali controllano tutto e si tengono rigorosamente lontani da coloro che si comportano in modo anticonvenzionale. Juliana frequenta il liceo, abita in un quartiere ordinatissimo e segue tutte le regole della Normalità. Suo padre, esempio di omologazione e sua madre, una pittrice per hobby e più originale, sono separati. All'improvviso la madre scompare.
In una corsa contro il tempo Julie dovrà confrontarsi con una realtà ben diversa da quella in cui è cresciuta. Dove le cose e le persone non sono bianche o nere e dove la diversità, l'originalità sono fonti di ricchezza.


Questo romanzo ha una trama simile alla serie Divergent di Veronica Roth, che a me è piaciuta tantissimo perchè distopica. Comprerei quindi questo libro semplicemente perchè amo il genere. Poi cavolo, ma che occhi ha la modella...bellissimi!



Mio fratello rincorre i dinosauri di Giacomo Mazzariol, in uscita il 26 aprile.

Hai cinque anni, due sorelle e desidereresti tanto un fratellino per fare con lui giochi da maschio. Una sera i tuoi genitori ti annunciano che lo avrai, questo fratello, e che sarà speciale. Tu sei felicissimo: speciale, per te, vuol dire «supereroe». Gli scegli pure il nome: Giovanni. Poi lui nasce, e a poco a poco capisci che sì, è diverso dagli altri, ma i superpoteri non li ha. Alla fine scopri la parola Down, e il tuo entusiasmo si trasforma in rifiuto, addirittura in vergogna. Dovrai attraversare l’adolescenza per accorgerti che la tua idea iniziale non era così sbagliata. Lasciarti travolgere dalla vitalità di Giovanni per concludere che forse, un supereroe, lui lo è davvero. E che in ogni caso è il tuo migliore amico. Con Mio fratello rincorre i dinosauri Giacomo Mazzariol ha scritto un romanzo di formazione in cui non ha avuto bisogno di inventare nulla. Un libro che stupisce, commuove, diverte e fa riflettere. 

Bè che dire, questo libro lo comprerei di sicuro perchè tratta di un argomento molto particolare al quale io sono totalmente estranea. La storia è vera perchè vissuta dall'autore e suo fratello e questo mi sembra ancora più importante perchè è una testimonianza più che attendibile di come certe situazioni vengono vissute.


Storia di un postino solitario di Denis Théeriault, in uscita il 19 aprile.
Il « postino solitario » è Bilodo, 27 anni, un ragazzo schivo, con pochi amici, appassionato e dedito al suo lavoro, lavoro che gli permette di trovare nelle vite degli altri quello che manca nella sua. Bilodo infatti è un postino indiscreto, per quanto assolutamente innocuo: apre, di notte, le lettere che dovrà distribuire il mattino successivo, e si immedesima nelle esistenze dei corrispondenti. Immagina, fantastica, sogna; si appassiona, si commuove, si arrabbia. Tra tutte, le lettere che più è ansioso di «ricevere», sono quelle di Ségolène, una donna misteriosa che vive in Guadalupa, e che manda degli «haiku» – i caratteristici componimenti poetici giapponesi – a Gaston Grandpré, una delle persone servite da Bilodo, che di Ségolène, in qualche modo, si è innamorato. Quando, a causa di un incidente, Gaston morirà, proprio sotto gli occhi di Bilodo, il giovane postino non riuscirà a rassegnarsi alla perdita di quei componimenti che ormai sente in qualche modo come «suoi», e si sostituirà a Grandpré nella corrispondenza con Ségolène . E non soltanto in quella.

Sembra un libro d'amore bellissimo, ma la cover...mi ricorda quella degli Harmony con protagonisti in pose meno sexy!!!


Un cigno nero di Michael Cinningham, in uscita il 14 aprile.

Dieci favole della tradizione, dimenticate o volutamente nascoste, rielaborate da uno dei narratori più dotati della sua generazione, l’autore Premio Pulitzer di Le Ore Michael Cunningham, e illustrate da Yuko Shimizu. 

Le storie della buonanotte non sono mai state così dark, perverse, e reali. La Bestia è di fronte a voi in fila al supermercato, compra uno snack, il suo sorriso divorante fisso sul cassiere. Un ometto malformato con un talento per le piccole magie non si ferma davanti a nulla per procurarsi un bambino. Jack, pigro e rozzo, preferisce vivere nel seminterrato di sua madre che ottenere un lavoro, fino al giorno in cui scambia una mucca con una manciata di fagioli magici. E ancora, il matrimonio di Raperonzolo entra in crisi quando comincia a perdere i capelli, Hansel e Gretel diventano due teppisti violenti e senza freni. In Un cigno selvatico, Michael Cunningham trasforma i personaggi di terre molto molto lontane - le figure mitiche della nostra infanzia che tanto ci hanno incantato - in protagonisti che rivelano molto del nostro presente.

Mi piacciono molto i retelling e questo libro sembra contenerne molti e in formato dark! Je l'adore! 



Bene, questi sono i titoli che comprerei ad aprile se solo potessi! 5 titoli mi sembrano più che sufficienti quindi la mia scelta sarebbe questa. Li trovo tutti particolari e questa è la caratteristica che vorrei tiranneggiasse la mia ipotetica libreria super fornita! Per questo mese lo shopping di fantasia è finito. 
Vi abbraccio forte, buona domenica e a presto...



2 commenti:

  1. Sto rosicando. Beate te che hai il Salone entro la tua portata geografica. Prometti solennemente di raccontarci tutto!
    Inventare una rubrica simile è inevitabile ad un certo punto. Insomma, i sogni almeno un angolino tutto loro se lo meritano! Mi incuriosisce molto Mazzariol, sia per il tema che per il titolo inaspettato. Di Michael Cunningham ho letto "Le ore", e in tutta onestà mi ha leggermente deluso. Ma non starmi a sentire, magari tu lo amerai.
    Oh, per poco non mi dimenticavo! Ti ho nominata a questo link party, è diverso dagli altri ed è molto molto carino.
    Lo trovi qui:
    http://cinebooksblog.blogspot.com/2016/04/link-party-we-love-spring.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prometto solennemente che racconterò tutto del Salone!Peccato che non potrai venire sarebbe stato bello incontrarci!
      Comunque, Mazzariol deve essere proprio bello e allo stesso tempo impegnativo. Sarebbe una lettura molto diversa dalle quelle che faccio generalmente.
      Non sono solita fare queste letture perchè sono molto emotiva e certe cose mi turbano per vario tempo. Però questo libro mi sembra scritto in modo disinvolto da chi ogni giorno ha a che fare con certe situazioni tanto da sentirle ordinarie e naturali. Mi sembra un ottimo modo per cominciare a comprendere l'argomento.

      Elimina

Hai pensieri che ti ronzano in testa? Questo è il posto giusto per scriverli!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...