/* -->

sabato 13 febbraio 2016

Recensione: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine

Care Lettrici e Lettori,
lo ammetto, ogni tanto ho voglia di farmela addosso e sentire brividi di paura lungo la schiena sentendo istintivamente di essere osservata da qualcosa di inspiegabile che sta acquattato alle mie spalle. Quando mi vengono queste bislacche "voglie", cerco un bel libro di paura che sappia darmi le giuste emozioni che cerco. Ovviamente sarebbe bello anche un bel film, di quelli che sappiano creare la giusta suspense senza sfociare in scene splatter e per nulla realistiche come fanno alcuni, ma il mio eroismo per ora si ferma alle scene raccontate, che sanno colpire l'immaginazione del lettore e plasmano attorno ad esso un mondo nuovo, che si delinea via via che le pagine scorrono.
Ecco, allora, che cercando sul web ho trovato una classifica dei Sette libri più spaventosi da leggere per Halloween, nella quale il più pauroso era La casa per bambini speciali di Miss Peregrine. Sarà vero?
In effetti, sulla copertina viene raffigurata una bambina un po' sinistra. Questa sensazione sarà data dall'effetto bianco/nero dell'immagine, che rievoca un passato misterioso e inquietante, o dall'ambientazione così cupa che stride con il ritratto di una bambina. Tuttavia, il nostro inconscio capta subito che c'è qualcosa che non quadra nella figura ma il nostro conscio, invece, fa fatica ad individuarla ad una prima occhiata. Avete capito a cosa mi riferisco? Io non ve lo dico!! Scopritelo da soli se no che gusto c'è!?




Dettagli
Titolo: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine
Autore: Ransom Riggs
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli (2012)
Pagine: 382, illustrato
Genere: Romanzo per ragazzi
Sequel: Hollow City. Il ritorno dei bambini speciali di Miss Peregrine



La Mia Valutazione:



Abstract
Jacob ha visto suo nonno morire, ucciso da una creatura che non sembrava di questo mondo. Nessuno gli crede e anche lui ormai è convinto di essere pazzo. Le tante storie che il nonno gli raccontava, a proposito della sua giovinezza durante il periodo nazista, però, continuano a perseguitarlo. Sono vere o pura immaginazione? Jacob lo scoprirà molto presto attraversando l’oceano e andando nella presunta casa dell’infanzia del nonno, l’orfanotrofio. Qui, in un primo momento, troverà solo distruzione e abbandono ma capirà molto presto che tutto ciò che si vede non è sempre la realtà.


Recensione
Con questo libro, l'autore Ransom Riggs esordisce nella letteratura per ragazzi. L'idea da lui concepita per la trama è molto interessante e coinvolgente. Misteri, paranormal, intrighi, orrore, amore, viaggi nel tempo... il materiale per far uscire una bellissima ed avvincente storia c'erano tutti, ma le alte aspettative che avevo per questo libro sono state smontate. 
La prima parte, abbastanza interessante, presenta il giovane Jacob, il suo mondo infantile arricchito di storie straordinarie raccontate dal nonno, il trauma subito dopo la morte violenta di quest'ultimo, le sedute dallo psichiatra a distanza di un anno e l'inizio del viaggio con il padre per andare a scoprire cosa successe al nonno negli anni della sua gioventù, durante la II guerra. Jacob, in pratica, capisce che le storie fantastiche della sua infanzia non erano inventate ma sono, tuttora, vere. Entra, così, in una realtà alterata da strane creature alle quali dovrà dare il proprio aiuto. Fin qui tutto bello. Inoltre, la storia è corredata da tutta una serie di vere fotografie d'epoca che ritraggono i protagonisti speciali del libro e che mettono in certi casi davvero inquietudine. Non trovate anche voi?? L'autore, collezionista già da tempo di vecchie foto, ha creato una storia basandosi su di esse! Figo!


Comunque sia, la storia man mano che avanza diventa sempre più pesante e tediosa. Ho fatto fatica a finirlo e ho fatto ancora più fatica a scrivere questa recensione (fatta infine a distanza di qualche mese). Immagino che ciò sia dovuto a scene confuse, troppo piene di descrizioni e ad una scrittura, ahimè, per nulla fluida per i miei gusti. 

In molti si sono lamentati del fatto che La casa per bambini speciali di Miss Peregrine assomigli ad un polpettone condito con X-Men ed Harry Potter. Questo non è stato per nulla il mio pensiero. Anzi, molto belli tutti i personaggi speciali, che altro non sono che bambini con particolari doti fin dalla nascita (i freaks, per intenderci). Meno male che c'erano loro e le loro foto!!! Miss Peregrine, invece, è una specie di strega muta-forma nonché la responsabile dei bambini dell'orfanotrofio speciale. Il suo personaggio è molto misterioso e per questo mi è piaciuto tantissimo. 

Un altro pezzo di storia davvero intrigante riguarda la parte sentimentale. Jacob prova dei sentimenti per una delle bambine speciali, Emma, protagonista principale insieme a lui. Ma quello che Jacob non sa è che Emma non è ciò che sembra...o meglio non è così giovane come sembra, quindi scoprirà che l'autoritaria ragazza era ai suoi tempi la fid...No, non ve lo posso dire, troppi spoiler, poi mi becco gli insulti, anche giustamente! 

In conclusione, vi consiglio caldamente di leggere questo libro perchè è possibile che a molti di voi piacerà senza riserve. Alcuni la penseranno come me se non peggio, ma credo veramente che sia un libro da conoscere. Oltretutto è uscito il seguito che riprende le fila del discorso da dove era rimasto e, inoltre, uscirà a dicembre 2016 il film, diretto nientemeno che da Tim Burton! Il film credo che sarà davvero uno spettacolo, ma leggete prima il libro, ok?!
Un abbraccio...










2 commenti:

  1. Mi è piaciuto molto soprattutto in tutta la parte iniziale del racconto. La spiegazione al mistero mi ha invece delusa... mi aspettavo si parlasse di fantasmi o presenze incorporee e misteriose, non di mostri che sembrano alieni.
    Tuttavia ho letto il secondo libro della saga "Hollow City" e l'ho preferito rispetto al questo.
    Credo perché ormai la delusione l'avevo già avuta, quindi ho accettato l'andazzo e mi sono fatta semplicemente coinvolgere dalla storia, e alla fine mia ha stupito positivamente. Ora spero solo che si sbrighino a pubblicare il terzo e ultimo volume della saga! >__<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nonostante questo libro non mi abbia entusiasmato anche io voglio continuare a leggere la saga. Alla fine, nella sua banalità ha il suo perchè!!!

      Elimina

Hai pensieri che ti ronzano in testa? Questo è il posto giusto per scriverli!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...