/* -->

sabato 25 giugno 2016

RECENSIONE | Il segreto tra di noi di Gianni Farinetti

E che ci vuole mi continuo a ripetere. E che ci vuole a scrivere un'opinione su un libro che ho letto per la seconda volta (cosa davvero rara per me), che mi è piaciuto all'ennesima, che voglio far conoscere e che piacerà per forza!
E invece ci vuole eccome! Non trovo le parole adatte per esprimere ciò che ho provato la prima volta che ho letto questo libro stupendo e continuo a non riuscire ad esprimere le mie emozioni neanche per questa rilettura! 
Uffi che frustrazione! 
Vabbè andiamo per ordine.




♦ Il segreto tra di noi ♦ di Gianni Farinetti ♦ edito da Mondadori ♦ nel 2008 ♦ pagine ♦ genere: ♦ letto in formato cartaceo 




Sullo sfondo delle Langhe di Bormida si dipana la storia dei Valetto: una famiglia contadina come tante eppure una famiglia eccezionale, che le tre sorelle Carla, Lena e Anna, tengono unita con amorosa ostinazione a dispetto del tempo che passa. Ad animare la cascina dei Valèt una folla di personaggi: zio Spirito e zia Madrina, i gemelli Germano e Giacomo, il coraggioso sacerdote Don Lovera, i ricchi marchesi Fey e l'amatissimo Giovanni, unico figlio di una delle sorelle. Nonostante gli strenui sforzi delle tre "mame" per proteggere questa piccola comunità, la storia dei grandi eventi non potrà che lasciare il suo segno sulle esistenze di ognuno. Farinetti mette in scena il Novecento attraverso la prospettiva marginale ma non meno appassionata dei suoi personaggi. La terra che cambia, una famiglia nobiliare in decadenza, il fascismo, la guerra e la lotta partigiana, la vittoria dell'Italia ai Mondiali di calcio del 1982 e ancora mille grandi e piccole vicende che lasceranno per sempre le loro ferite, le loro ombre e le loro luci sui personaggi. Per giungere infine alla scoperta del segreto custodito con strazio e determinazione dalle tre sorelle, un segreto che racconta molte cose di un mondo antico ma forse migliore del nostro. Un mondo che, a tutti i costi, non vuole cedere alla ferocia umana, non vuole perdere la propria innocenza.



Ognuno nella vita, senza accorgersene, sfiora dei segreti altrui.

Il segreto tra di noi è niente meno che un segreto tra le tre sorelle Lena, Carla e Anna Valetto. Tre donne nate dopo la Prima Guerra, nelle storiche Langhe piemontesi, con nessuna aspirazione di partire, viaggiare, vedere o sognare altro. Nulla. Tre comuni donne degli anni '20 con la predilezioni per la casa, la famiglia e il lavoro in campagna
Farinetti ci racconta, così, una storia di vita come un'altra, con un inizio, uno svolgimento e una fine. 
Dopo un avvicinamento traumatico (io ci metto sempre una ventina di pagine prima di abituarmi alla scrittura di un autore), si entra a pieno regime nella vita che anima la cascina del Valèt: oltre alle tre solide sorelle, fondamenta della casa, ci sono Zio Spirito, Zia Madrina, il marito di Carla e Giovanni. a tutti loro viene dato uno spazio per farceli conoscere. Sopratutto Giovanni o Giuanin, il piccolo di casa, figlio di Carla e Piero, ma teneramente amato e protetto da tutte e tre le sorelle quasi fossero, ognuna di loro, responsabili della sua nascita. 

La narrazione procede a ondate di flashback. Non c'è linearità nella storia. Inizialmente è complesso capire i personaggi e i legami presenti tra di loro. Tuttavia, prima della metà del libro tutto comincia ad assumere dei contorni ben delineati. Il segreto rimane tale fin quasi alla fine del libro, ma pagina dopo pagina il lettore comincia a intuire che le tre sorelle nascondono qualcosa di inquietante, ed è impossibile non sbizzarrirsi con le congetture.

La verità, però, mi ha lasciato l'amaro in bocca, mi ha sconvolta. Quella che sembrava una famiglia bucolica, adagiata in un luogo e in un tempo ameno, unita da forti legami parentali e di amicizia, persa nella quotidianità delle sue abitudini agresti, sospinta in avanti da piccole e comuni avversità, non viene risparmiata dalla brutalità del mondo, della guerra e dell'uomo. 

La storia è toccante e commovente, ma anche bella, allegra e divertente. Io ho un debole per i resoconti generazionali. Non c'è persona che conosco alla quale non ho chiesto la storia della sua vita e della sua famiglia. E nonostante le loro vite siano comuni e ordinarie in maniera quasi banale, raccontate diventano delle vite interessantissime e piene di fascino per me. 

Ho adorato tantissimo questo romanzo. Sono riuscita ad integrarmi nella famiglia, a vivere le situazioni come se ne facessi parte e alla fine ho chiuso il libro con un profondo sospiro di desolazione perchè non sarei più potuta stare con loro. Ve lo consiglio tantissimo se vi piace il genere! 

Mentre nel cielo incedono vaporose nuvole di Langa guardo un’ultima volta laggiù, nel cortile di casa. E vi scorgo uno ad uno, e vi benedico, voi sopravvissuti complici di quel segreto.

Buon week-end!:)








3 commenti:

  1. Buona domenica cara Nik!
    Sai che a vedere copertina e titolo avrei snobbato il libro??
    Poi invece ho letto la tua recensione e mi sono ricreduta! ;)
    Credo gli darò una possibilità!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero lo leggerai e lo recensirai prima o poi, Jasmine. Sarei molto curiosa della tua opinione su questo libro. Credo proprio che ti potrebbe piacere!:)

      Elimina

Hai pensieri che ti ronzano in testa? Questo è il posto giusto per scriverli!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...